Come gestire un team? Come essere un bravo team manager?

Come gestire un team? Come essere un bravo team manager? Ecco svelati alcuni segreti

Nei precedenti articoli abbiamo parlato delle capitali del mondo startup: ecco dove far crescere il proprio business e come dare credito alle startup appena nateOggi affronteremo un altro importante focus.

 

Vuoi sapere come gestire un team? Ti stai chiedendo quali sono le caratteristiche di un bravo team manager?  In questo articolo ti sveleremo alcune delle skill che una delle figure più importanti in un’azienda dovrebbe avere!

Il team viene prima dell’idea, prima del prodotto, prima della vendita e prima della comunicazione. La figura che lo dirige, ovvero il team manager ha il compito di formare una squadra allineata che condivida la stessa vision e la stessa mission necessarie per raggiungere gli obiettivi dell’azienda.

Continua a leggere l’articolo per sapere come coinvolgere e come motivare il tuo gruppo di lavoro.

 

Soft skill personali

Per essere un bravo team manager e saper gestire un team non servono solo capacità accademiche, ma anche “umane”: il carattere giusto, la giusta propensione al lavoro e il giusto carisma ed entusiasmo.

Ecco alcune skills personali fondamentali:

Leadership: ovvero la capacità di un individuo di saper guidare un gruppo di persone, colui che conduce una squadra al raggiungimento di determinati obiettivi.

Problem solving: significa letteralmente ‘risoluzione di problemi’, ovvero la strada per dare la migliore risposta possibile a una determinata situazione critica e solitamente nuova.

Lateral thinking: rappresenta una modalità di risoluzione di problemi logici che prevede un approccio particolare, ovvero l’osservazione del problema da diverse angolazioni, contrapposta alla tradizionale modalità che prevede concentrazione su un’unica soluzione.

Creatività: l’abilità di innovare e creare che fa davvero la differenza.

Negoziazione: è forse una delle capacità strategiche più complesse da avere e da apprendere. Essere disponibili all’ascolto, comprendere le ragioni altrui e saper trovare dei compromessi sono requisiti fondamentali per un buon negoziatore, insieme a un pizzico di improvvisazione.

Capacità decisionale: saper prendere decisioni efficaci e senza procrastinare, serve ad analizzare la situazione o il problema, per identificare il possibile corso delle azioni. Valutare ognuna di queste azioni e il peso che hanno all’interno del singolo processo, e definire le azioni che vogliamo effettivamente adottare, in modo che gli eventi si svolgano come desideriamo.

Team Management: essere un buon leader significa sapersi esprimere, saper ascoltare e costruire dei rapporti solidi con il proprio team. Significa anche essere in grado di riconoscere che in ogni squadra che funzioni, per raggiungere gli obiettivi, ciascun membro ha bisogno di supporto e motivazione diverse.

Intelligenza emotiva: essere in grado di riconoscere, comprendere e gestire in modo consapevole le proprie ed altrui emozioni è un fattore fondamentale per chiunque debba lavorare in un team. Questa capacità ci permette di raggiungere più facilmente gli obiettivi, capire i sentimenti altrui, saper controllare l’umore e i propri stati d’animo.

Pensiero critico: un candidato perfetto sa dimostrare la propria capacità di utilizzare l’immaginazione e gli insegnamenti tratti da esperienze passate.

Gestione dello stress: In situazioni stressanti è fondamentale riconoscere quali siano le cause che ci provocano tensione e agire in maniera tale, da minimizzare le possibili conseguenze nelle nostre azioni quotidiane. Saper gestire il proprio stress significa anche, acquisire consapevolezza dei propri limiti e dei propri bisogni.

Proattività: Prendere iniziative in misura maggiore di quanto richiesto dalle mansioni e dalle attività standard è sicuramente un grande punto a favore. Il proattivo non subisce passivamente l’iniziativa altrui e, soprattutto, non aspetta che altri decidano o agiscano prima di lui.

Da non dimenticare anche la trasparenza, la scrupolosità, l’estroversione, l’amabilità e un po’ di stabilità emotiva.

 

Un bravo manager

A lavoro un bravo team manager è capace di confondersi con l’ambiente.

È un compito estremamente difficile, ma nonostante ciò, esistono dei trucchetti che ti aiuteranno a gestire con successo tutte le tue responsabilità, con determinazione ed energia come:

– Condividi gli obiettivi con i tuoi dipendenti

– Conserva sempre il sorriso e il giusto entusiasmo

– Crea il giusto ambiente di lavoro

– Promuovi i break e gli scambi di momenti tra i dipendenti

– Crea una “mentalità della crescita” lasciando spazio all’errore

– Dimostra rispetto per ogni persona all’interno dell’organizzazione e per il lavoro che viene svolto

– Impegnati al massimo per imparare e poi insegnare

– Sii sincero e onesto

– Dimostra carattere

– Mostrare auto controllo, specialmente nei momenti sotto pressione

– Usa un linguaggio e un’attitudine positivi

– Sii fiero dei tuoi sforzi

– Sii disposto ad andare oltre per la tua organizzazione.

– Gestisci appropriatamente sia le vittorie che le sconfitte, così come le adulazioni e le umiliazioni

– Promuovi una comunicazione interna che sia aperta e concreta, cerca comprensione in te stesso e nel tuo team

– Metti il benessere e le priorità del tuo team prima delle tue

– Mantieni un buon livello di concentrazione, fai dei sacrifici e impegnati

– Ogni tanto spiega ai tuoi impiegati quanto li apprezzi

– Non fare promesse, ma produci di più

– Assicurati che ogni dipendente sappia cosa ci si aspetta da lui

Questi sono solo alcuni dei comportamenti che un bravo team manager dovrebbe tenere, se vuoi saperne di più su come gestire al meglio la tua startup o la tua azienda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Terminate le selezioni per far parte del miglior percorso di accelerazione per startup! Da Zero alla costituzione in 6 mesi!